Omnibus La7



Omnibus La7
Competitività imprese e desertificazione industriale
09/02/2014

(ANSA) – ROMA, 9 FEB – “Se e’ vero che un’impresa non può essere trattenuta in un Paese contro la propria volontà, neanche quando dallo stesso ha ricevuto tanto, ma creando un ‘ambiente favorevole’ alla produzione, così e’ un’utopia credere che investitori esteri, non speculativi, pensino di produrre in una Italia sempre più soggetta a delocalizzazione ‘da sopravvivenza’”. Così Nunzio Bevilacqua, giurista esperto economico, ospite stamattina di Andrea Pancani ad Omnibus su La7. “Fino a che non si decide, in sede europea, quella necessaria armonizzazione, non solo fiscale ma anche di tutti i molti oneri connessi alla produzione, spostamenti all’interno dell’Ue saranno pienamente legittimi anche se non vi sia crisi – dice Bevilacqua – Le azioni dunque che il Governo dovrebbe mettere in campo, da subito, riguardano l’abbassamento dei costi di produzione, dal cuneo previdenziale-contributivo alla pressione sui consumi di energia, che senza intaccare le retribuzioni dei lavoratori, zavorrando ancor più la domanda interna, ci faccia recuperare un minimo di competitività con asimmetrie normative intra UE esistenti”. Parlare solo di export poi, quando gran parte delle Pmi non possono percorrere questa strada, “significa – secondo Bevilacqua – affrontare un qualcosa di importante ma, sul breve, per pochi, mentre il ‘contatore’ delle chiusure aziendali continua ad incedere ogni giorno, ricordandoci, inoltre, che la salute di un Paese si vede innanzitutto dalla proprio mercato interno”. Oggi – conclude – “si avverte una ‘questione settentrionale’ ancora più rischiosa di quella che è stata la meridionale: mentre per quest’ultima si è provato, con più o meno condivisibili interventi, a fare qualcosa, per non solo il Nord-Est ma oggi anche per il Nord-Ovest, si assiste in maniera omissiva alla desertificazione produttiva di aree di eccellenza, portatrici di gettito fiscale e lavoro, nella convinzione anacronistica di una ricchezza che, purtroppo, non c’è più”.

 

© Copyright Nunzio Bevilacqua - Privacy Policy - Cookie Policy